3 giorni a Copenaghen – Cosa Vedere

Travel Coast To Coast935 views

Siete indecisi tra quali capitali europee visitare? Noi vi consigliamo Copenaghen

Se la prima domanda che vi salterà in mente sarà: “Ma com’è il tempo?” Beh, non possiamo che dirvi FREDDO!!! Si, la città è molto fredda soprattutto in inverno perchè soffia un vento gelido e pungente dal nord. Appena atterrati, il vostro primo pensiero andrà alle Alpi che ci proteggono dal freddo tremendo dei paesi nordici. Ma non preoccupatevi, basteranno poche ore per abituarsi!

E’ la seconda volta che partiamo da Orio al Serio con un volo Ryanair, qui le code per il metal detector fortunatamente sono sempre abbastanza scorrevoli. Una volta atterrati ci ha accolti una fitta pioggia fine, un freddo polare, nebbia e per non farci mancare nulla anche il classico vento, tant’è che la prima impressione fu quella di essere atterrati in Alaska. Nel gigantesco aeroporto di Copegnahen potrete ammazzare il tempo godendovi un po di negozi, comprare i biglietti per la metropolitana oppure cambiare anche i soldi perchè qui la moneta in vigore sono le corone danesi (DKK) , 1€ sono circa 7 corone. L’aeroporto è collegato direttamente con la  metropolitana, un pò costosta, un viaggio nella zona centrale costa sui 3,50€, ma offre un ottimo servizio, inoltre il biglietto della metropolitana è valido per 75 minuti, non va obliterato, ma attenzione che spesso passano i controllori sulle carrozze!

Il nostro viaggio iniziò con la pioggia, ma grazie al vento, che soffia quasi perennemente,  il cielo diventò azzurro nell’arco di qualche ora, mangifico direi!!

Il nostro punto di partenza fu la Stazione Nørreport, dove prenotammo una camera tramite il solito AirBnB; ed essendo una città relativamente piccola gli spostamenti furono prevalentemente a piedi, anche se è possibile noleggiare bicilette in quanto la città offre una rete di piste ciclabili immensa e organizzatissima. Nonostante il freddo i danesesi non usano la macchina per spostarsi ma preferiscono la biciletta, perchè la tassa di importazione delle auto straniere è molto alta, infatti vi accorgerete che le auto sono prevalentemente utilitarie, non ci sono grandi macchinoni.

Avendo già un programma su cosa vedere iniziammo subito il nostro tour zaino in spalla, visto che al calare del sole la temperatura cala drasticamente; avendo la camera in centro la prima cosa che potemmo vedere appena usciti dalla metro fu la Torre Rotonda, davvero particolare per la sua forma.

Se deciderete di girare a piedi, il consiglio è quello di capire subito con una cartina dove sono le maggiori attrazioni, anche se sono abbastanza vicine tra di loro, raggiungerle vi porterà via parecchio tempo.

Il primo giorno ci concentrammo a vedere le cose più vicine al centro, perchè il giorno seguente ci aspettava FlixBus per poter prendere il magnifio ponte che collega Copenaghen con Malmo. Vi consigliamo FlixBus perchè è la soluzione piu comoda, meno costosa e molto comoda per gli orari che propone.

Essendo una città che offre veramente di tutto, avrete solamente l’imbarazzo della scelta su cosa vedere e da dove iniziare la vostra visita. In base al tempo che avete a disposizione potete scegliere quali zona visitare per prime e secondo noi le 5 tappe immancabili per il primo giorno sono queste:

1. Giardini di Tivoli.

Uno dei punti più caratteristici della città, grazie ai suoi giardini e al suo parco divertimenti formano una attrazione adatta a grandi e bambini. Noi andammo nel periodo di Halloween, tutto era addobbato a tema, la sera illuminato era qualcosa di magnifico.

2. Nyhavn

Zona più caratteristica della città. Qui si accalcano tutti turisti per vedere i bellissimi edifici colorati pieni di bar e ristoranti; oppure per iniziare i tour in barca che parte proprio da questa zona, essendo anche il vecchio porto della città.

3. Statua della Sirenetta.

Beh se avete scelto di visitare Copenanghen in parte sarà anche grazie a lei, in qualsiasi ora decidiate di andare a vedere questa statua troverete sempre tantissima gente accalcata di fronte a questa (come avrete già letto dappertutto) piccola statua, simbolo della città.

4. Castello di Rosenborg

Immerso nel verde dell’omonimo parco, troverete questa bellissima struttura, a noi ci ha lasciato letteralmente a bocca aperta. Beh… i reali Danesi si trattavano abbastanza bene, e non potevano che risiedere in uno dei palazzi più belli della città. Attualmente è adibito a museo, visitabile a pagamento, rispettando sempre gli orari Danesi che sono sempre abbastanza ristretti. (informatevi sempre prima degli orari dei musei, perchè chiudono abbastanza presto e rischiano di rovinarvi i piani)

5. Palazzo Amalienborg

Attuale villa dei Reali Danesi, parte della costruzione è adibita a museo e parte è rimasta come abitazione. Onestamente non vi consigliamo di vedere il museo, perchè purtroppo a noi ha dato l’impressione di essere passati dentro ad un magazzino dove erano stipate tutte gli oggetti utilizzati dai Reali.

Per finire la giornata non può assolutamente mancare una cena a base di salmone, in tutte le salse possibili e ovviamente una birra, magari proprio una Carlsberg in uno dei tantissimi pub sparsi per tutta la città.

Il secondo giorno lo dedicammo a visitare Malmo, in Svezia. Come già anticipato decidemmo di partire con Flixbus, dopo aver fatto varie ricerche e confrontato i mezzi di trasposto ci siamo accorti che FlixBus permette di arrivare in Svezia al minor prezzo, solamente 10€ tra andata e ritorno. Qui troverete il racconto di questo viaggio nel viaggio.

Come tutti i viaggi arrivano alla fine, purtroppo il terzo giorno dovevamo ripartire, ma avevamo un vantaggio! Il volo del ritorno era la sera, quindi avevamo tutto il giorno per vivere a pieno ancora tutta la cultura, la tradizione e la modernità di questa città.

6. Marmorkirken

Come in altre città che abbiamo avuto la fortuna di visitare anche Copenaghen ha la sua “Cupolona”. Per vederla dovrete incamminarvi, oppure andare molto più tranquillamente in bici, a Marmorkirken. Bellissima chiesa, che quasi vi darà l’impressione di essere tornati in Italia, un “piccolo” gioiello incastonato tra le vie alle spalle del palazzo Amalienborg.

7. Christiania

Piccolo quartiere, autosufficente. Famosissimo per essere il quartiere autogovernato caratteristico principalmente  per la Pusher Street; divenuta attrazione turistica essendo possibile acquistare droghe leggere. Oltre a quella via nel quartiere è possibile salire sul campanile della Chiesa del nostro Salvatore, uno tra i più bei campanili della città che sale a spirale con una lunghissima scalinata.

8. City Hall

Il palazzo del comune è situato nel centro della città, sarà una delle prime cose che vi capiterà di vedere passeggiando tra le vie del centro. La struttura e il colori sono quelli tipici della bellissima architettura nord europea.

9. Fontana di Gefion

Una bellissima fontana, con una storia lunghissima, ma, ovviamente, noi siamo sempre abbastanza sfortunati. Purtroppo non c’era acqua nella fontata, ma anche vuota ha reso l’idea di tanta bellezza.

10. Torvehallerne

E’ il mercato coperto cittadino, qui si possono mangiare piatti tipici locali, ma anche piatti multi-etnici; dal panino semplice con il salmone fino ai buonissimi dolci tipici.

Quello che rimane dopo un giro a Copenaghen è sicuramente un enorme sorriso, di felicità, per aver visto una città splendida, piena di innovazione e caratterizzata dalla voglia di cambiare il mondo. Come la difficilissima idea di andare contro corrente e non sostenere più l’utilizzo del petrolio.

Leave a Response