6 Buoni motivi per visitare Trieste

Travel Coast To Coast2 comments1044 views

Dopo aver passato diversi giorni a Trieste, siamo arrivati ad una conclusione. Putroppo è una città sottovalutata; tutti, più o meno come noi, conoscono superficialmente la storia di questa città, ma pochi decidono di partire e visitare questo posto splendido, ai confini dell’Italia, carico di storia recente ma anche passata.

Per questo motivo abbiamo deciso di riassumervi in breve i 6 punti, le motivazioni per cui secondo noi, dovreste approfittare per visitare, magari anche per solo un weekend, il Friuli Venezia Giulia, ma più precisamente Trieste.

1. Castello di Miramare

Prima ancora di arrivare in città, sulla strada vedrete le indicazioni per il Castello di Miramare. Beh… dovrete assolutamente fermarvi. Un castello con vista sul golfo di Trieste, al suo interno un museo storico ed annesso un bellissimo parco… Vi bastano queste cose per convincervi a fare una piccola tappa??

2. Visitare città

Trieste non è una città grandissima, ma comunque nasconde svariate cose da vedere. È una città visitabile senza problemi a piedi, quasi tutte le principali cose da vedere sono facilmente raggiungibili in pochi minuti dal centro. Tutto si sviluppa dalla Piazza Unità d’Italia, una splendida piazza che si affaccia sul mare, bellissima di giorno ma ancor di più la sera.

3. Ripasso di storia

Visitare Trieste è come fare un vero e proprio ripasso di storia. Magari non siete mai stati appassionati di questa materia a scuola, ma riviverla tra le vie di una città, tra palazzi, archi, teatri romani e resti delle grandi guerre passate è decisamente più interessante che studiare su un libro.

4. Risiera di San Sabba

Unico campo di concentramento presente in Italia,  fortunatamente o sfortunatamente è l’unico presente nella nostra nazione. Un luogo spettrale, che fin dal corridoio di ingresso mette i brividi, per quello che è stato a causa di pochi folli esseri umani. I numeri di questo campo di concentramento non sono neanche lontanamente paragonabili a quelli presenti in altre nazioni, ma comunque è importante entrare e capire cosa succedeva pochissimi anni fa in posti come questi e per non dimenticare quello che magari i nonni raccontavano fino a poco tempo fa.  

5. Varcare i confini

Vi trovate a 2 passi dalla Slovenia, non potete assolutamente perdere l’occasione di attraversare i confini e visitare Lubiana. In macchina si impiega circa un’ora a raggiungere la capitale Slovena. Già dall’autostrada si nota benissimo la differenza, con la tipica architettura italiana e la natura che ancora spicca molto in questa nazione. 

Un consiglio, se deciderete di oltrepassare il confine ricordatevi che l’autostrada è a pagamento ma non con la nostra metodologia, bisogna acquistare un vignetta dalla validità di 7 giorni, 1 mese oppure 1 anno. Non preoccupatevi, è possibile acquistarla sul confine.

6. Redipuglia

Qualora abbiate deciso di raggiungere Trieste in auto, percorrendo l’autostrada vedrete l’uscita Redipuglia. Si trova in provincia di Gorizia, ed è stata una delle zone particolarmente calde durante la guerra mondiale, visti i numerosi conflitti avvenuti per la conquista di queste località. 

Vi consigliamo di fare una sosta in questo luogo, perchè qui si trova l’immenso sacrario militare, costruito in epoca fascista, dove sono esposti molti dei nomi di soldati Italiani morti durante la prima guerra mondiale.

Magari vi capiterà di trovare il nome di un lontano parente che perse la vita durante la guerra.

 

Vi abbiamo convinto??

2 Comments

    1. Beh… Puoi goderti Trieste in periodi senza bora. Noi a Marzo non abbiamo trovato neanche un filo di vento 😉

Leave a Response