Bernina Express – #FotoRacconto

trave887542 views

Dalla Valtellina, all’Egandina fino a Saint Moritz è oggi possibile grazie al Bernina Express, anche conosciuto come Trenino Rosso del Bernina, divenuto nel 2008 patrimonio dell’Unesco.

Il treno parte ogni ora dalla stazione di Tirano, in Valtellina, per raggiungere la famosissima Saint Moritz, città svizzera nel Canton dei Grigioni. Il percorso attraversa l’arco alpino e ghiacciai fino ad arrivare al punto più alto a 2310 metri s.l.m che prende il nome di Ospizio Bernina.

Alla biglietteria c’è sempre molta coda, anche se il costo non è molto economico (62 CHF per gli adulti, il cambio con gli Euro varia spesso), nel caso decidiate di non andare in alta stagione non c’è bisogno di acquistare i biglietti con largo anticipo su internet, visto i numerosi posti di ogni treno.

I biglietti vengono venduti fino al riempimento delle carrozze, così alla partenza non si rischia di stare in piedi, come sui treni dei pendolari. Esistono due tipi di carrozze, panoramiche e seconda classe, noi consigliamo la seconda classe perchè costa meno e sopratutto perchè si possono abbassare i finestrini, così da poter scattare foto senza riflessi del vetro o per godersi l’aria di alta montagna.

La carrozza panoramica nella stagione estiva è completamente aperta,  se volete sedervi qui vi consigliamo di affrettarvi a prenotarla perchè nonostante i costi è sempre affollata da turisti coraggiosi a sfidare il vento e il freddo, che può sorprendervi anche nei mesi di Luglio e Agosto.

Lungo il percorso si possono effettuare tutte le fermate che desiderate, alcune vanno prenotate, e risalire sul treno quando vorrete, ricordatevi però che il treno successivo sarà tra un’ora.

trenino-rosso-itinerario

img_0752

img_0755

img_0757

img_0786

img_0775

img_0798

img_0801

img_0803

img_0805

img_0811 img_0815

img_0819

img_0820

img_0824

img_0825

img_0834

img_0835

img_0836

img_0840

Aspettavamo da tantissimo tempo questo viaggio, e come previsto ci ha regalato dei panorami fantastici, unici e indimenticabili. Uno dei particolari che ci è piaciuto di più è stata la possibilità di viaggiare insieme a tantissimi turisti proveniente da tutto il mondo, di lingue diverse, uniti tutti dalla stessa voglia di godersi la natura proprio come noi.

Purtroppo il brutto tempo e il freddo ci hanno impedito di fare passeggiate, nelle fermate intermedie, ma ora non ci resta che aspettare l’inverno per riprovare lo stesso giro con i paesaggi innevati. 

Leave a Response