Fin dove vi siete spinti con l’auto?

Travel Coast To Coast4 comments159 views

Il titolo è abbastanza chiaro ma:

effettivamente: fin dove vi siete spinti con l’auto?

Praticamente tutti, una volta saliti in automobile seguono le milioni di strade asfaltate che conducono in enormi parcheggi dove abbandonare il proprio mezzo per continuare il viaggio a piedi; ma siete mai arrivati in qualche posto particolarmente difficile da raggiungere, o magari con il rischio di non poter tornare indietro oppure dove la vista offerta era talmente mozzafiato da “rischiare” qualcosa?

Beh… iniziamo noi! Vi raccontiamo la nostra avventura!

Partiamo dal presupposto che teniamo moltissimo alla nostra automobile e quasi ci dispiace percorrere strade sterrate o dissestate, per cercare di non rovinarla, ma allo stesso tempo siamo alla ricerca di avventure per raggiungere posti strani.

Durante l’ultima estate mentre percorrevamo una delle innumerevoli strade sterrate di Pantelleria con la nostra Clio presa a noleggio, ci siamo imbattuti in un sentiero che, speravamo ci portasse in cima alla Montagna Grande. Dopo aver percorso diversi chilometri tra polvere, sassi e sterpaglie, nonostante avessimo una cartina dell’isola, arrivammo in un punto isolato dove c’era solamente un auto bruciata (li da chissà quanto tempo), un furgoncino e 3 persone seduti su dei massi che parlavano tra di loro. Al nostro arrivo, anche loro si stupirono, ci fissarono per tutti i 30 secondi di nostra permanenza di fronte a loro; il posto era talmente sperduto che ci spaventammo alla comparsa di 3 persone sedute sotto un sole cocente, che ci fissavano. Lo spavento iniziale si tramutò in una risata, seguita dall’inserimento della retromarcia per tornare sui nostri passi come se nulla fosse.

Probabilmente erano solamente operai in pausa, da chissà quale lavoro stessero svolgendo, ma la situazione da scena da film, tipicamente americano, fu ingenuamente il primo pensiero che ci passò per la testa. Certo, non è stata sicuramente una situazione ne pericolosa ne tantomeno una pazzia, ma per noi è stato un aneddoto divertente che ci legherà ai ricordi automobilistici dell’estate 2017.

Ora tocca a voi raccontarci le vostre avventure… Raccontateci la vostra storia con un articolo sul vostro blog o anche con un video, non dimenticate di taggarci ma soprattutto di inserire il riferimento a questo articolo.

4 Comments

  1. Nel mio caso devo fare una distinzione: se guido io ogni mattina i dieci km da casa all’ufficio sono un’avventura 😉 Se invece guida il mio compagno allora mi vengono in mente un paio di episodi durante qualche fly & drive – appena ho un attimo butto giù qualcosa sul blog e vi cito!

  2. Con l’auto non molto lontano. Forse i posti più estremi (per così dire) sono state sterrate della costa Ovest Corsica, con i relativi rovi a bordo strada che inevitabilmente ne avevano rigato un po’ i fianchi.
    Il mio Blog riporta già da tempo un link al vostro! Ciao.

Leave a Response